«

»

Set 28

Pericolo cataratta e tumore pelle anche in auto

Vi è pericolo di cataratta e tumore della pelle anche in auto, per chi guida e per chi ci viaggia. A spiegarlo ci pensa uno studio pubblicato sulla rivista di settore JAMA Ophthalmology condotto dagli scienziati del Boxer Wachler Vision Institute di Beverly Hills.

uomo in auto

Le automobili vengono solitamente considerati posti sicuri quando si pensa all’esposizione solare.Un esempio? Il loro essere chiuse, la schermatura di alcuni finestrini o del parabrezza. Queste sono tutte caratteristiche del mezzo di locomozione che vengono considerate come una protezione da chi usufruisce dello stesso. La ricerca in questione, condotta dal dott. Brian Boxer Wachler, dimostra che si tratta di una sicurezza effimera e che l’esposizione ai raggi UV è così presente da richiedere l’utilizzo di creme solari ed occhiali da sole se non si vogliono sviluppare cataratta e tumori della pelle.

Essi sono più frequenti statisticamente sul lato sinistro essendo il guidatore esposto maggiormente da quel lato. E’ importante comprendere come anche i finestrini schermati non siano in grado di essere considerabili sicuri. Per giungere a questa conclusione il ricercatore ha analizzato 29 auto di 15 diverse case produttrici, vendute tra il 1990 e il 2014. E se il parabrezza ha mostrato di essere generalmente efficiente grazie alla sua capacità di fermare circa il 96% dei raggi solari, per ciò che concerne la maggior parte dei finestrini la quantità fermata scende molto e solo in 4 casi ha mostrato di essere superiore al 90%. Il fattore interessante? La capacità di protezione non era collegata al prezzo della macchina.

Si tratta dell’ennesima conferma in tal senso dopo che altri studi pregressi avevano sottolineato come coloro che passano tanto tempo in macchina avessero una maggiore possibilità ( a livello statistico, N.d.R.) di essere vittima di tumori della pelle come melanomi o di cataratte. E’ quindi consigliabile, al fine di non mettere in pericolo la propria vita, di utilizzare della protezione in crema per non subire danni avendo cura di indossare degli occhiali da sole in caso di lunga esposizione.

Andrey Yurlov

Lascia un commento