«

»

Set 30

Melanoma, rischio alto con 11 nei sul braccio

Avere più di 11 nei sul braccio destro può indicare un elevato rischio di sviluppare il melanoma, uno dei più gravi tumori della pelle. E’ una ricerca condotta da un gruppo di scienziati del King’s College di Londra ad indicarlo.

dottore esamina neo

Perché nello specifico questo numero e questa porzione di pelle? Secondo i ricercatori il braccio può dare statisticamente in base ai loro rilievi un’ idea abbastanza certa di quanti nei si hanno sul corpo. Ed in base al numero di queste “macchioline” sarebbe possibile verificare l’eventuale rischio di melanoma. Entrando nello specifico dello studio pubblicato sulla rivista di settore “British Journal of Dermatology” si scopre che per giungere a questa ipotesi i ricercatori hanno analizzato le condizioni di salute e la pelle di 3mila gemelle residenti in Gran Bretagna. Sono stati tenuti da conto diversi parametri, come il numero di nei e lentiggini sul corpo, il tipo di pelle e le sue principali caratteristiche. Ed è emerso che le donne che presentavano più di 7 nei sul braccio destro avevano una probabilità 9 volte più alta della media di averne più di 50 su tutto il corpo, mentre coloro che ne avevano più di 11 mostravano di avere maggiori possibilità di averne più di 100.

E’ importante sapere riconoscere la tipologia di neo che si ha e le sue principali caratteristiche. I nei sono solitamente innocui e piatti sulla pelle. Possono presentare dei peli, ma questo rientra nella normalità. Bisogna fare attenzione ad un loro eventuale cambio di colore. Spiega Simone Ribero, autore della ricerca:

I risultati del nostro lavoro potrebbero avere un impatto significativo sulle cure primarie. I medici, infatti, potrebbero stimare con maggiore precisione il numero totale di nei in un paziente in modo estremamente rapido e tramite la semplice osservazione di una parte del corpo accessibile e facile da visionare.

Nel caso del melanoma, infatti, prima si arriva ad una diagnosi, più facilmente lo si può curare con successo.

damiangretka

Lascia un commento