«

»

Gen 21

Io sono una donna e una madre: qualcuno che combatte ogni giorno per la sua

Oggi, di essere una donna e di una madre, è ancora una sfida per la società e per i musicisti stessi.

La conciliazione della vita familiare e il lavoro non è armonizzato nella maggior parte dei paesi, e questo significa che la distribuzione di più strategie personali con cui portare avanti coloro che più desidera. Una sfida, non c’è dubbio.

Hanno già speso un paio di anni che la figura della donna ha cominciato ad “abitare” nella sfera pubblica, si gioca anche caratteristiche che fino ad allora il maschio.

Tuttavia, ancora ci sono molte battaglie che restano da superare in un tale scenario troppo complesso, dove non solo c’è una corrispondenza di stipendio.

Essere una donna che lavora, ci dà lo stato e la soddisfazione, di essere madri felicità, ma… Come armonizzare le due dimensioni? Vi invitiamo a riflettere su di esso.

Le donne che lavorano:”superdonna” del ventunesimo secolo

Essere una donna significa avere un giorno tra 4 o 8 ore al giorno. Se in aggiunta ci sono i bambini, i nostri orari di lavoro non hanno momenti di riposo.

Ci siamo alzati presto, organizzano il giorno con i nostri partner (se li abbiamo) e cercare di avere una più o meno dove ognuno è responsabile per la loro funzione, anche il più piccolo. Stiamo andando a lavoro, torniamo a casa, preparare i pasti, la lavanderia, aiuto per i compiti, per accompagnare le attività extra-curriculari e cerchiamo, in ogni momento, per dare il meglio di noi stessi.

Scoprire i migliori consigli per aumentare l’autostima dei nostri figli

Ora, in alcuni casi, questo è considerato “ideale”, perché molte madri che non possono o non li pick up da scuola o avere una conversazione con i loro figli fino a quando viene la notte e il suo orario di lavoro non lo consente.

Il principio di “uguaglianza”, non è percepito in qualsiasi ambito A livello domestico, ci sono molte donne che hanno come unica responsabilità della cura della casa e dei bambini. In caso di lavoro, il tuo stipendio è considerato, a volte, come “complementari” al marito. Nella sfera pubblica, l’immagine è ancora molto discriminatorio per le donne: la gravidanza è, in molti casi, sinonimo di licenziamento.

A questo giorno, e nel XXI secolo, la parità di genere non è ancora percepito, e di essere una donna che lavora, oltre a madre dovrebbe trascorrere alcuni periodi di forte stress.

Mujer trabajadora

Norvegia, il paradiso della conciliazione

La norvegia è, oggi, un esempio di vita familiare e del lavoro istituzioni di tutto il mondo dovrebbero prendere esempio. Queste sono alcune delle loro politiche, che si può estendere attraverso diversi articoli presenti su internet:

La legge dà la madre 46-settimana bassa, con il 100 per cento dello stipendio o 56 settimane con 80%–. Il padre è riservato per lui, tra le 10 e le 12 settimane. La norvegia offre alle famiglie la possibilità di 125 euro al mese per bambino, fino all’età di 18 anni. La norvegia ha 4,9 milioni di abitanti e l ‘ 80% delle donne lavora fuori casa. Il 44% dei posti nei consigli di amministrazione sono occupati da donne. Qualcosa che è stato raggiunto grazie ad una severa legislazione che cerca la parità tra i sessi.

Vi consigliamo di leggere come distinguere tra stress, ansia e depressione

La nascita di una nuova generazione: le madri alfa”

Questo alcuni dati che attira la vostra attenzione. Negli ultimi anni, e a causa della crisi economica, insieme con lo sviluppo di nuove tecnologie, si sta portando un nuovo profilo della lavoratrice-madre, che sta guadagnando un sacco di peso nella nostra società:

Madri alfa sono le lavoratrici che, soprattutto, a valorizzare l’importanza dell’educazione dei propri figli. Pur supponendo che la maggior parte dei compiti a casa, di condurre una vita molto attiva, sia socialmente e professionalmente. Molti di loro svolto tutto o in parte il loro lavoro in casa grazie alle nuove tecnologie, rendere la maggior parte di shopping online e per giorno i problemi della genitorialità, sviluppo personale, la moda, la società e la scienza. Sono le donne tra i 35 e i 49 anni, molti di loro madri, inoltre, che, come abbiamo sottolineato prima, la priorità non solo i vostri figli, ma il vostro benessere e la vostra felicità. Piano di una misura perfetta per la loro programmazione, a vivere il “qui e ora”, prendersi cura della sua alimentazione e bambini e di avere il pieno controllo della vostra vita e della vostra casa. È, senza dubbio, una generazione di giovani donne che vogliono avere il pieno controllo delle loro responsabilità, senza perdere la crescita dei loro figli.

madre trabajando

Ciò, inoltre, rientrano in questa nuova corrente lenta genitori, o “genitorialità a fuoco lento” in cui si sta cercando di promuovere il ritmo di apprendimento dei bambini senza stress, senza pressione.

È chiaro, e quello che sappiamo, che questo non è facile da ottenere, come facilmente.

Leggi anche: c’è solo un amore che è per tutti la vita, è l’amore di sé

Il mantenimento di una casa richiede un investimento finanziario, e significa “dover trascorrere del tempo lontano da casa.” Quindi, speriamo che le istituzioni e la società stessa mentalize la necessità di conciliazione.

Perchè investire in genitorialità è quello di investire nel futuro.

Lascia un commento