«

»

Feb 06

Il ladro os : applicazione mobile contro l’osteoporosi

L’Associazione francese di Anti-Reumatici (AFLAR) ha lanciato un app mobile per valutare i suoi fattori di rischio per l’osteoporosi : Il ladro di ossa. La scoperta.

visuels-iphone' data-recalc-dims='1In collaborazione con il GRIO (Gruppo di Ricerca e Informazione sull’Osteoporosi), e il supporto di Yoplait, l’Associazione francese di Anti-Reumatici (AFLAR) è il lancio di una nuova app mobile progettato da esperti di salute dell’os e chiamato " Il ladro di ossa ".

L’obiettivo di questa applicazione è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di prendersi cura del suo patrimonio osseo e incoraggiare le persone i cui fattori di rischio sono elevati di impegnarsi in un dialogo con il suo medico.

Diversi elementi sono offerti per l’utente :

  • un breve questionario (età, altezza, peso, storia familiare, le abitudini di vita, le malattie associate con l’osteoporosi ecc) per valutare i suoi fattori di rischio per l’osteoporosi.
  • semplici consigli, e applicabile alla vita quotidiana come il consumo di calcio attraverso la dieta, il conservatore esposizione al sole per migliorare lo status di vitamina D e la pratica di attività fisica.

Il Aflar ci ricorda che " la dieta e l’attività fisica sono i pilastri di una strategia per la prevenzione a lungo termine, che si applica a tutti senza limitazione di età o di sesso. È necessario agire il più presto possibile quando l’osso viene costruito durante le fasi di crescita dell’infanzia e dell’adolescenza e mantenuto per tutta la vita ".

apple store & Android app on Google PlayAndroid app on Google Play

voleuros2' data-lazy-'http://i2.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/10/voleuros21.jpeg?w=320 320w, http://i2.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/10/voleuros21.jpeg?resize=169%2C300 169w' data-lazy-sizes='(max-width: 169px) 100vw, 169pxvoleuros2' 'http://i2.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/10/voleuros21.jpeg?w=320 320w, http://i2.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/10/voleuros21.jpeg?resize=169%2C300 169wvoleuros3' data-lazy-'http://i0.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/10/voleuros31.jpeg?w=320 320w, http://i0.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/10/voleuros31.jpeg?resize=169%2C300 169w' data-lazy-sizes='(max-width: 169px) 100vw, 169pxvoleuros3' 'http://i0.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/10/voleuros31.jpeg?w=320 320w, http://i0.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/10/voleuros31.jpeg?resize=169%2C300 169wvoleuros4' data-lazy-'http://i1.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/10/voleuros41.jpeg?w=320 320w, http://i1.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/10/voleuros41.jpeg?resize=169%2C300 169w' data-lazy-sizes='(max-width: 169px) 100vw, 169pxvoleuros4' 'http://i1.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/10/voleuros41.jpeg?w=320 320w, http://i1.wp.com/buzz-esante.fr/wp-content/uploads/2014/10/voleuros41.jpeg?resize=169%2C300 169w

Fonte : Associazione francese di Anti-Reumatici (AFLAR)

Lascia un commento