«

»

Feb 07

C’è solo un amore che è per sempre: l’amore proprio

Quando ho amato la verità, mi sono reso conto che, in ogni caso, io ero nel posto giusto, al momento giusto e nel momento esatto e, poi, sono stato in grado di rilassarsi. Oggi so che questo ha un nome… Autostima

Quando ho amato in verità, ho potuto vedere che la mia ansia e la mia sofferenza emotiva sono nulla, ma un segno che sto andando contro i miei principi. Oggi so che è… Autenticità

Quando ho amato la verità, voglio che la mia vita e ho iniziato ad accettare tutto ciò che accade e che contribuisce alla mia crescita. Oggi si chiama Maturità…

Quando ho amato la verità, ho cominciato a percepire che è offensivo per cercare di forzare la situazione o una persona, solo per fare quello che si vuole, pur sapendo che questo non è il momento, o la persona non è preparata, me compreso. Oggi so che il nome è… il Rispetto

Quando ho amato in verità, ho iniziato a sbarazzarsi di tutto ciò che non era sano: persone, situazioni e quant’altro, che l’ho spinto verso il basso. A casa mia ragione chiamato questo atteggiamento di egoismo. Oggi si chiama… l’Amore

Quando ho amato la verità, ho paura per il tempo libero e ha rinunciato a fare grandi progetti, ho abbandonato il mega-progetti per il futuro. Oggi faccio quello che trovo corretto, quello che voglio e come voglio, quando voglio e il mio ritmo. Oggi so che è… la Semplicità e la semplicità

Quando ho amato la verità, ho fatto un passo indietro dal voler avere sempre ragione, e così ho commesso un errore meno spesso. Oggi ho scoperto che è Umiltà…

Quando ho amato la verità, ho dato per stare rivivendo il passato e preoccuparsi del futuro. Ora, io sono nel presente, che è dove la vita accade. Oggi vivo un giorno alla volta. E che chiama Pienezza…

Quando ho amato la verità, ho percepito che la mia mente mi tormento e deluso. Ma, quando l’ho posto al servizio del mio cuore, ha un grande e prezioso alleato. Tutto questo è… saper vivere

Charles Chaplin

Lo sapevate che la mancanza di amore di sé alimenta le tue paure? Vi siete mai fermati a pensare a tutto quello che dipende da che ami? Ti rendi conto che l’auto-inganno che ti danno quando non accettare se stessi? E che dire della mancanza di autenticità che genera? E cosa pensi della dipendenza affettiva che si presenta?

Come si può vedere, il non amare se stessi comporta l’assunzione di una quantità enorme di rischi, che può rendere la nostra esistenza qualcosa di terribile. Che dire, non ci conosce o accetta o il rispetto di noi ci fa vivere a disagio e non godersi la vita che viviamo.

amor propio 2

Se si desidera che il vero amore, prima imparare ad amare

Nessuno può sapere per voi. Nessuno può crescere. Nessuno in grado di trovare per voi. Nessuno può fare quello che si deve fare. L’esistenza non è un rappresentante del supporto.

Jorge Bucay

Nessuno ha la responsabilità di portare a termine quello che ci manca. Sta a noi trovare e agire in base a ciò che ci accade nella nostra interiorità. Dobbiamo attuare gli stessi valori che sentiamo come la nostra e di lavoro per l’ascolto di noi e incoraggiare la nostra autostima.

Questo è l’unico modo per creare relazioni sane, attraverso le quali ci saranno persone che veramente amano e sono amati senza dipendenze. Cioè, solo se ci prendiamo cura di noi stessi saremo in grado di creare un’unione che è vigorosa che non invia e che non è soggetto.

Vedi anche: 36 domande per innamorarsi e amare in un’ora

corazonnn

Smettere di praticare il 4 abitudini che distruggere il vostro amore

La verità è che, come abbiamo illustrato il testo di Chaplin linea di principio, l’amore di sé è a forma di grandi scoperte. Non è facile imparare ad amare. Siamo, infatti, spesso iniziano a fare in modo che quando qualcosa fa male a noi profondamente.

Così, ciò che è comune è che nel corso degli anni i maltrattamenti del nostro essere interiore, boicoteándonos senza pietà da praticare quattro abitudini che minano la capacità di cura:

Dare credito a ciò che si pensa o dicono gli altri. Ciò che gli altri pensano di te è la loro storia, non la tua. Questo può essere evidente.

Tuttavia, quasi tutti noi cadiamo nell’errore di guardare verso la direzione che ci suggeriscono gli altri. Cercando di connettersi con le vostre percezioni e dare valore a ciò che si trova.

Heridas resiliencia

Victimizarte. Quando si passa attraverso una difficoltà, si tendono a sentirsi dispiaciuto per noi stessi. Questo, ovviamente, ci fa resignemos e pensare che non c’è nulla che possiamo fare per risolvere ciò che accade.

Se ci gemere e abbiamo iniziato a cercare soluzioni, probabilmente troverete un’opportunità per affrontare quello che viene. Questo ci aiuterà a sentirsi più autoeficaces e, quindi, soddisfatti di noi stessi.

La domanda più di un account. Quando ci vuole poco, si tende a vedere la vita attraverso modelli ideali. Diciamo dimenticare i grigi, e noi siamo sostenitori del bianco e del nero, che è a dire, se non il più bello, il più sottile e più di successo, poi ci sono i guasti. Tuttavia, pensare così è una trappola inconscio che fa che siamo sempre in debito con noi stessi. Descalificarte. Parlare male di noi stessi è un altro modo di auto-sabotaggio. Non prendere quel tipo di messaggi, di non utilizzare per excusarte. Permettete a voi stessi a guardare il tuo riflesso in un altro modo e andare avanti.

La cosa importante è sapere chi siamo e come siamo arrivati qui, per cui noi dobbiamo solo guardare in quattro direzioni: avanti, per sapere dove siamo diretti, indietro per ricordare da dove siamo venuti, di seguito per non pestare chiunque e ai lati sapere chi è con noi e si preoccupa per noi.

Immagine in evidenza per gentile concessione di AJCass

Consigliamo di leggere: l’amore come una prigione emotiva

Lascia un commento